martedì 24 febbraio 2015

WATERFRONT: Turisti e vetrine

Se c'è un posto che tutti i turisti conoscono e visitano non solo a Cape Town ma in tutto il Sudafrica, questo è Victoria &Alfred Waterfront.
Un bellissimo ed imponente esempio di recupero architettonico questo quartiere "marino".

Waterfront























I docks del vecchio porto, sapientemente restaurati, hanno ripreso vita trasformandosi in un modernissimo centro commerciale dove troverete di tutto ma certamente non a buon mercato.

Victoria Wharf

Docks Waterfront























Dalle catene internazionali alle lussuose gioiellerie, quasi a ricordare che il Sudafrica è uno dei maggiori produttori di diamanti, ristoranti di alto livello ma anche fast food e ancora centri benessere e saloni di bellezza, spazi espositivi per artisti d'avanguardia...insomma, se c'è un quartiere very cool nel continente africano, questo è il Waterfront di Cape Town!
A fare da sfondo la Table Mountain e come colonna sonora i tanti concerti degli artisti di strada.

Table Mountain e Waterfront























Artisti di strada - Waterfront























Sempre qui si possono acquistare crociere di una giornata o mezza o anche solo per un aperitivo al tramonto in catamarano o sulla nave pirata e ancora escursioni in elicottero per sorvolare la Table Mountain e tutta la Penisola fino a Cape Point.

Crociere - Waterfront























Ma è anche un grandissimo schiaffo alla povertà, non tanto per i negozi che tutto sommato non sono nemmeno così sfacciatamente sfarzosi, ma per gli alloggi e le imbarcazioni.
Un attico, nel quartiere residenziale di Marina Waterfront, può arrivare a costare 4 milioni di euro ed è in fase di ultimazione un lussuosissimo hotel a 6 stelle.

Waterfront














































L'ultimo giorno dell'anno, pranzando in un ristorante che affaccia sull' Alfred basin, abbiamo assistito ad una sfilata di yacht da "paura". Ricchi, penso ricchissimi snob che uscivano in crociera, probabilmente per andare a festeggiare con gli amici il capodanno godendosi i fuochi d'artificio che allo scoccar della mezzanotte avrebbero illuminato  il Waterfront e la città.
I panfili che si sono susseguiti, lunghi molti metri, alti diversi ponti, spesso con una manciata di persone a bordo mi hanno fatto male. Pensare a quanto potrebbero fare queste persone per il loro popolo, a quante piccole case di pietra si potrebbero costruire con uno solo di questi bestioni nelle immense township di Cape Flats dove migliaia di persone vivono in baracche di ondulina.
E non posso non pensare alla tanto temuta criminalità che porta a creare residence recintati da alte mura elettrificate con tanto di servizi di sorveglianza 24 ore su 24.
E mi vien da dire che a volte siamo noi a creare quel fenomeno metropolitano che si chiama delinquenza, con la nostra ricca ostentazione.
Che vi devo dire, il Waterfront è bello ma personalmente lo metto all'ultimo posto delle cose da vedere, il Sudafrica offre così tanto con la sua natura sfacciata che non c'è paragone, diciamo che ci farei giusto una capatina per lo sfizio di togliermi la curiosità!
Se invece siete dei patiti della confusione ad ogni ora, della vita notturna e di vizi da jet set, allora non dovete assolutamente perderlo.

Waterfront - la ruota panoramica























La clock tower e alle sue spalle il Nelson Mandela Gateway, da li partono le imbarcazioni per le escursioni all'isola prigione di Robben island.
Waterfront - la clock tower


























Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento